Galleria Sabauda

19,50

Un’altra armonia. Maestri del Rinascimento in Piemonte
Autori vari
128 pagine
formato 15×21 cm, dorso 0,9 cm
copertina morbida
illustrato a colori
lingua italiano


© 2020 Editris duemila snc, Torino
ISBN-9788889853559

Categoria:
Descrizione

Il 16 dicembre 2017 è stato inaugurato nella Galleria Sabauda un nuovo percorso permanente, dedicato agli antichi maestri piemontesi del Quattrocento e del Cinquecento e intitolato Un’altra armonia: Maestri del Rinascimento in Piemonte.Il percorso consente di seguire lo sviluppo dell’arte nel territorio piemontese dalla seconda metà del Trecento fino all’inizio del Cinquecento, con un ordinamento cronologico declinato su gruppi di artisti o su singoli maestri, arricchito da tagli tematici che individuano l’intreccio delle influenze dal nord e dal centro Italia, l’emergere di grandi personalità, l’organizzazione della produzione artistica attraverso l’apprendimento in bottega, fino all’avvento del Manierismo, che segna la fine delle scuole regionali e l’affermazione di un nuovo linguaggio di stampo internazionale. Attraverso le tavole e i polittici di Martino Spanzotti, Defendente Ferrari, Macrino d’Alba, Pietro Grammorseo, Gaudenzio Ferrari, Bernardino Lanino e Gerolamo Giovenone, è possibile cogliere la particolare posizione del Piemonte, terra di frontiera e di interscambio tra i due versanti delle Alpi. Mentre a Firenze artisti e committenti riscoprono le antichità greche e romane reinterpretandole secondo i valori cristiani, in Piemonte gli elementi della tradizione tardogotica si intrecciano a influenze francesi e fiamminghe, e alle suggestioni moderne che provengono dall’Emilia e dall’Italia centrale. La ricerca dell’armonia rinascimentale assume qui una valenza peculiare, fatta di singole voci e di botteghe artigianali che si misurano con il nuovo corso della pittura moderna. Il percorso è suddiviso in nove sezioni che si addentrano in questo periodo storico irripetibile affrontando le tecniche, i destini degli artisti, il gusto dei committenti e i vocabolari stilistici. Punto di partenza è la sezione Eleganza gotica, con opere caratterizzate dalla raffinatezza del disegno, dalla preziosità dei colori e dall’uso ricercato dell’oro. Questi temi proseguono e si intersecano anche nella seconda sezione, dal titolo Sugli altari del Piemonte. La forma del polittico, che esplora la persistenza del modello delle grandi pale a scomparti, racchiuse entro maestose cornici. Umanesimo e Rinascimento irrompono nel percorso con le due sezioni successive, dedicate, rispettivamente, a Giovanni Martino Spanzotti, che combina il linguaggio della sua terra di origine, il Monferrato, con la grande cultura della Ferrara quattrocentesca, e Macrino d’Alba, sedotto dal mondo dell’antichità classica e dalla conoscenza diretta degli artisti umbri attivi a Roma, come Pinturicchio e Perugino. Con Lo sguardo oltre le Alpi. Defendente Ferrari, l’attenzione si concentra su un pittore dal profilo sofisticato, formatosi alla scuola di Spanzotti, ma plasmato dalle suggestioni provenienti dalle Fiandre e incline a perseguire, nelle sue opere, un’esuberanza decorativa di grande raffinatezza tecnica. Protagoniste della sesta sezione, Gli eccentrici, sono le magiche atmosfere di Pietro Grammorseo, sospese tra suggestioni fiamminghe, modelli padani e fascinazioni leonardesche. Una voce del Rinascimento. Gaudenzio Ferrari permette al visitatore di addentrarsi nell’opera dell’artista valsesiano, senza dubbio la voce più alta e più toccante espressa dal Rinascimento tra Piemonte e Lombardia e tale da determinare, a Vercelli, il sorgere di una fiorente bottega di seguaci, ai quali è dedicata l’ottava sezione, dal titolo L’organizzazione della bottega. L’itinerario si chiude con Il Manierismo, termine che individua il periodo storico in cui i modelli derivati dall’opera di Raffaello e di Michelangelo diventano un riferimento imprescindibile per l’arte europea, e in Piemonte, come altrove, il linguaggio figurativo si allontana dalla natura e si struttura sulla base di nuove regole accademiche.

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Galleria Sabauda”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *